Home Funzionamento e regole (Lotto Venus) Leggere sotto note tecniche in Rosso

Articolo 10 - Libertà di espressione - Ogni persona ha diritto alla libertà d’espressione. Tale diritto include la libertà d’opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera. Il presente articolo non impedisce agli Stati di sottoporre a un regime di autorizzazione le imprese di radiodiffusione, cinematografiche o televisive. 2 L’esercizio di queste libertà, poiché comporta doveri e responsabilità, può essere sottoposto alle formalità, condizioni, restrizioni o sanzioni che sono previste dalla legge e che costituiscono misure necessarie, in una società democratica, alla sicurezza nazionale, all’integrità territoriale o alla pubblica sicurezza, alla difesa dell’ordine e alla prevenzione dei reati, alla protezione della salute o della morale, alla protezione della reputazione o dei diritti altrui, per impedire la divulgazione di informazioni riservate o per garantire l’autorità e l’imparzialità del potere giudiziario

Sondaggi Lotto PronoStudio Free Team Ti piace il Lotto attualmente? Vota Ti affidi ad un esperto di Lotto? Vota Il Lotto è truccato? Vota (contestazione regole richiesta) Comunicato su i moltiplicatori

IL DIRETTORE GENERALE


Vista la legge 2 agosto 1982, n. 528, sull'ordinamento del gioco del lotto, come modificata dalla legge 19 aprile 1990, n. 85;

Visto il D.P.R. 7 agosto 1990, n. 303, con il quale è stato emanato il regolamento di applicazione ed esecuzione delle leggi sopra citate, come modificato con decreto 23 marzo 1994, n. 239 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 89 del 18 aprile 1994;

Visto l'art. 39 comma 1 e 2 del Decreto del Presidente della Repubblica 16 settembre 1996, n.560, che stabilisce che le operazioni di estrazione sono eseguite a cura del concessionario, in locali dallo stesso prescelti, alla presenza del pubblico e della Commissione Ministeriale di vigilanza e con l'ausilio di personale tecnico dallo stesso individuato;

Visto il decreto direttoriale del 15 aprile 2005 con il quale a decorrere dall'estrazione del 4 maggio 2005, l'estrazione della ruota nazionale e della ruota di Roma avverrà con urne movimentate elettricamente;

Considerata la necessità di definire le procedure da eseguire nelle fasi di pre-estrazione ed estrazione del gioco del lotto;

Viste le proposte in merito pervenute dalla Società concessionaria;


Decreta

Premessa
Le urne utilizzate per le estrazioni devono essere collocate in posizione predominante nella sala di estrazione, ben visibili al pubblico, alla commissione di estrazione ed alla commissione ministeriale di vigilanza, in tutte le fasi che precedono ed accompagnano le estrazioni stesse.

L'urna collocata alla destra della visuale del pubblico e della commissione ministeriale è associata alla ruota nazionale, quella a sinistra alla ruota di Roma.

La procedura da adottare per il corretto espletamento delle operazioni di estrazione è suddivisa in tre fasi temporalmente successive, nel corso delle quali vengono svolte le seguenti attività:
attività preliminari o di pre-estrazione;
estrazione;
attività di chiusura.

Le predette fasi avvengono alla presenza della commissione ministeriale e della commissione di estrazione composta da un responsabile, un segretario ed un banditore.

Prima dell'avvio delle operazioni il segretario predispone il verbale di estrazione, indicandovi i nomi dei componenti la commissione ministeriale, della commissione di estrazione e del coordinatore tecnico del concessionario, articolandolo in modo da ricomprendere le estrazioni di entrambe le ruote.

1 ATTIVITA' PRELIMINARI 1.1 predisposizione sistema

Il responsabile, alla presenza di almeno un membro della commissione ministeriale, provvede all'apertura dell'armadio- collocato in una stanza adiacente alla sala delle estrazioni- all'interno del quale sono custodite:
le valige contenenti ciascuna una serie di 90 sfere, contraddistinte progressivamente dai numeri compresi tra 1 e 90. Il numero delle valige è pari a quello delle ruote di competenza della sede, più una. Tutte le valige sono contraddistinte con un numero identificativo, progressivo e univoco;
una busta sigillata contenente le chiavi di apertura delle valige di cui al punto precedente, opportunamente contraddistinte dal progressivo numerico delle corrispondenti valige;
una valigia contenente una serie di novanta sfere di servizio, non utilizzabili per le estrazioni, ben contraddistinta rispetto alle precedenti;
un contenitore sigillato all'interno del quale sono riposti i dischi amovibili da installare sui p.c. per l'avvio automatico del sistema di gestione delle urne, la smart-card per l'avvio del sistema e quella per l'abilitazione alla funzione di impostazione dei parametri di estrazione, le chiavi di sicurezza dei suddetti dischi e una chiave della valigia del set di sfere di servizio;
una seconda busta sigillata contenente le copie di riserva delle due smart-card (abilitazione alla funzione di modifica parametri e accesso al sistema) e delle chiavi di tutte le valige contenenti le sfere, compresa quella di servizio.

Il responsabile, aperto il contenitore sigillato, preleva il materiale in esso contenuto e lo consegna, insieme alla valigia delle sfere di servizio, al personale tecnico per l'avvio automatico del sistema. In particolare tale personale alla presenza della commissione di estrazione e di un membro della commissione ministeriale provvede a:
caricare il set di sfere di servizio su una delle urne;
effettuare un test completo di estrazione sulla stessa;
in caso di esito negativo, intervenire in base a quanto previsto dal successivo punto 2 delle anomalie;
in caso di esito positivo, svuotare l'urna delle sfere non estratte durante il test;
ripetere sulla seconda urna il medesimo test;
rilasciare, per le predette fasi di test di estrazione di entrambe le urne, una certificazione tecnica da allegare al verbale.

Terminata anche la fase di test di estrazione, il responsabile provvede a far riporre nell'armadio la valigia del set di sfere di servizio e a far prelevare le valige contenenti le sfere da utilizzare per le estrazioni. Nel caso in cui, in sede di predisposizione del sistema di estrazione automatizzata, non fosse possibile, per uno dei motivi indicati al successivo allegato 1, relativo alla gestione delle anomalie, utilizzare il sistema stesso, l'estrazione viene effettuata mediante il sistema manuale tradizionale.

1.2 abbinamento urne/sfere

Il responsabile inserirà, in un numero di sfere superiori di un'unità rispetto alle ruote da estrarre, i numeri che contraddistinguono le valigie contenenti i 90 numeri da utilizzare; mediante estrazione casuale procederà, quindi, ad abbinare ciascuna urna ad uno dei set di sfere in dotazione ed a far riporre nell'armadio il set restante.
La prima sfera estratta individuerà il set di sfere da abbinare alla ruota nazionale, la seconda si riferirà alla ruota di Roma.

Terminata la fase di abbinamento, il responsabile apre la busta sigillata e, tramite le chiavi in essa contenute, apre le valige contraddistinte dai numeri precedentemente sorteggiati, accerta la completezza ed integrità dei set di sfere in esse contenute e colloca le valige stesse nelle vicinanze delle urne alle quali sono state associate.

1.3 imbussolamento

Ad un cenno del responsabile, il banditore coadiuvato dal personale tecnico provvede, un'urna alla volta, all'imbussolamento dei set di sfere, alle stesse associate, nei rispettivi dispositivi di immissione, operando nel modo seguente:
il banditore prende, dalla valigia prescelta per l'urna posta sulla destra rispetto alla visuale del pubblico e della commissione ministeriale, la sfera contraddistinta con il numero 1, la mostra al pubblico e ai componenti della commissione ministeriale, ne dichiara il numero e la consegna all'operatore tecnico che, previo riconoscimento della sfera stessa da parte del sistema elettronico, la immette nel dispositivo trasparente di immissione nell'urna, collocandola nella prima posizione in basso a sinistra;
con le stesse modalità procede progressivamente per le rimanenti sfere contraddistinte dai numeri da 2 a 90, collocandole in gruppi di 15 nel dispositivo di immissione, procedendo successivamente dal basso verso l'alto e da sinistra verso destra rispetto alla visuale del pubblico e della commissione ministeriale;
con le stesse modalità provvede altresì all'imbussolamento della seconda urna.


2 ESTRAZIONI

Terminata la fase di cui al precedente punto 1 (attività preliminari), il segretario, ricevuta la conferma dal sistema centrale del concessionario dell'avvenuta chiusura del gioco ai fini dell'autorizzazione automatizzata all'avvio delle operazioni di estrazione, provvede a stamparne copia e ad allegarla al verbale di estrazione.

Alla presenza della commissione ministeriale il responsabile autorizza e controlla che l'operatore tecnico, attraverso il sistema informatico, avvii la fase di immissione automatica delle novanta sfere nell'urna della ruota nazionale.

Successivamente il responsabile, constatata la totale immissione delle sfere nell'urna e verificata la chiusura del dispositivo di caricamento, autorizza e controlla che l'operatore tecnico avvii, tramite il sistema informatico, la fase di premescolamento e di estrazione automatica dei 5 numeri vincenti.

All'uscita della sfera dal dispositivo di raccolta del numero estratto, il corrispondente numero vincente viene dichiarato dal banditore, rilevandolo esclusivamente da quello impresso sulla sfera estratta.

L'estrazione di ciascun numero si intende effettuata quando la sfera che lo contraddistingue viene bloccata dal dispositivo automatico di estrazione.

Le operazioni appena descritte devono essere ripetute per la ruota di Roma.

Completate le operazioni di estrazione, il segretario trasmette i numeri vincenti al sistema centrale del concessionario e richiede la stampa del bollettino dell'estrazione da allegare al verbale.

3 ATTIVITA' DI CHIUSURA

Terminata la fase di estrazione, il responsabile alla presenza della commissione ministeriale e della commissione di estrazione provvede a far estrarre da un'urna alla volta, gli ottantacinque numeri in esse rimasti ed a riporli, unitamente ai cinque estratti, in maniera omogenea per serie, nelle valige corrispondenti.

In particolare, il personale tecnico preleva dall'urna relativa alla Ruota Nazionale le ottantacinque sfere in essa rimaste e le depone, ordinate da 1 a 90, nella corrispondente valigia, inserendo nella stessa anche le cinque sfere vincenti.

Completata tale operazione, il segretario chiude, con la rispettiva chiave, la valigia e la ripone nell'armadio di sicurezza.

La stessa operazione verrà ripetuta per la ruota di Roma.

Successivamente il segretario inserisce le chiavi di tutte le valige in una nuova busta autosigillante sui cui lembi di chiusura deve essere apposta, dopo aver riportato sulla stessa la data e l'ora di chiusura, la propria firma, quella del responsabile e quella di un membro della commissione ministeriale.

Il responsabile,poi, dopo aver provveduto a far inibire il sistema di estrazione, fa prelevare dal personale tecnico i dischi amovibili dai p.c. e li ripone nell'apposito contenitore, unitamente alle chiavi di sicurezza degli hard-disk, alle smart-card di accesso al sistema, e di abilitazione alla funzione di impostazione dei parametri di estrazione ed alla chiave di apertura del set di sfere di servizio, lo sigilla e lo ripone nell'armadio.

Al termine di tutte le predette operazioni, il responsabile provvede a chiudere l'armadio con l'apposita chiave.

Infine il verbale di estrazione redatto, a cura del segretario, in triplice copia, una per la commissione ministeriale, una per l'amministrazione dei monopoli di stato ed una per il concessionario, viene sottoscritto dai componenti della commissione ministeriale e dalla commissione di estrazione e dal coordinatore tecnico del concessionario.


ALLEGATO 1



GESTIONE ANOMALIE


Fase temporale Malfunzionamento Soluzione
1.1 attività preliminari
1.1.1 predisposizione sistema non è possibile aprire l'armadio (mancanza chiave, rottura della serratura ecc…) si procede con l'estrazione tramite sistema manuale tradizionale
l'armadio è stato forzato ed aperto se gli elementi (buste, valige, contenitore) custoditi al suo interno sono integri (sigilli non rotti) l'estrazione avviene normalmente, altrimenti si procede con l'estrazione tramite sistema manuale tradizionale
Uno dei PC di gestione della rete non si avvia Si utilizza il secondo PC
Tutti i PC, compreso quello di riserva, non si avviano o la rete di interconnessione PC/urne non si attiva Si procede con l'estrazione tramite sistema manuale tradizionale
Il set di sfere di servizio non funziona o non è disponibile (es.: valigia bloccata) Si utilizza il set di sfere ufficiale con il numero progressivo più alto
Una o più urne non si avviano, sono state manomesse o uno dei loro componenti risulta guasto Si utilizza in via principale l'urna di riserva e, in via secondaria, l'altra urna dopo l'estrazione della ruota abbinata
Tutte le urne non si avviano, sono state manomesse o uno dei componenti delle stesse risulta guasto Si procede con l'estrazione tramite sistema manuale tradizionale
1.1.3 Imbussolamento Errore nel caricamento manuale delle sfere nel dispositivo di immissione di una o più urne Il caricatore viene svuotato e si procede ad un nuovo imbussolamento
Una o più sfere presentano alterazioni tali da compromettere l'esito delle operazioni (adesivo indicante il numero staccato, sferausurata, ecc…) L'intero set di sfere viene eliminato e sostituito con quello non abbinato, ovvero, in caso di necessità con uno utilizzato per l'altra urna, dopo l'estrazione della relativa ruota
1.2 Estrazioni Nella fase di immissione automatica nell'urna una o più sfere restano all'interno del caricatore stesso Il tubo di immissione viene aperto manualmente
Il telecomando utilizzato per le varie fasi di estrazione non funziona. Utilizzare la tastiera del PC per avviare le relative fasi (imbussolamento/premescolamento e/o avvio estrazione numeri vincenti)
Un'urna si blocca durante la fase di estrazione impedendo il proseguimento della stessa. Si utilizza l'urna di riserva. Se sono state già estratte alcune sfere, si procede ad un nuovo imbussolamento delle sfere eliminando dalla serie quelle già estratte
Errata visualizzazione del numero estratto su dispositivi ausiliari (monitor, display, etc.). Fa fede il numero impresso sulla sfera



ALLEGATO 2



ALLEGATO TECNICO


Le principali apparecchiature impiegate per l'estrazione dei numeri del gioco del Lotto con macchine a movimentazione elettrica sono:
urne di estrazione, una per ogni ruota;
sfere ad indirizzo codificato riportanti le 90 cifre dei numeri da estrarre (un set diverso per ogni urna);
sistema hardware e software di controllo per la gestione automatizzata delle operazioni di estrazione.


I requisiti tecnici di base cui devono sottostare le apparecchiature utilizzate, al fine di assicurare, con criteri di massima sicurezza, la totale casualità nell'estrazione dei numeri e la perfetta regolarità di tutte le operazioni del processo di estrazione, sono di seguito indicati.


Urna di estrazione

L'urna utilizzata è a movimentazione elettrica e opportunamente calibrata per mescolare adeguatamente, al suo interno, le sfere riportanti i novanta numeri previsti per il gioco del Lotto.
Per evidenti motivi di trasparenza delle operazioni effettuate, nonché di comprensione delle varie fasi del gioco da parte del pubblico e della Commissione di Vigilanza, le sfere inserite all'interno dell'urna sono libere di mescolarsi, sempre ben visibili, non condizionabili nella casualità del mescolamento e dell'estrazione.
L'urna deve essere dotata di un dispositivo di inserimento automatico delle sfere all'interno della stessa.
L'urna, inoltre, deve essere dotata di un sistema automatico di fuoriuscita delle sfere relative ai cinque numeri vincenti, tramite dispositivo che consenta l'identificazione certa ed univoca dei numeri estratti.

Sfere numerate ad indirizzo codificato

Le sfere utilizzate sono di materiale resistente, inalterabile al calore e indeformabile e rispondono alle seguenti caratteristiche:
hanno tutte la stessa calibratura, lo stesso peso (scarto massimo ± 2%), la stessa resistenza alla penetrazione nonché la stessa elasticità;
sull'involucro esterno delle sfere il numero è ben impresso e ben visibile da tutte le posizioni che le sfere possono assumere durante l'estrazione;
le sfere sono corredate di uno specifico sistema automatico di identificazione;
la codifica delle sfere di ciascuna serie di novanta è esclusiva e non sono prodotte sfere che non appartengano a serie chiuse e personalizzate.
Ogni serie di sfere è riposta in un opportuno contenitore dotato di serratura per la chiusura ed apertura del contenitore stesso.

A corredo del set di sfere è fornito un lettore per la verifica della stringa di identificazione delle sfere ed una bilancia automatica di precisione per la misurazione del peso delle sfere stesse.


Sistema Hardware e Software di estrazione

L'urna di estrazione è comandata e controllata attraverso apparecchiature hardware che consentono una completa e assoluta gestione di tutte le funzioni software realizzate per l'estrazione automatica dei numeri del lotto.
La postazione Hardware comprende:
2 PC con hard-disk amovibile
2 tastiere ergonomiche
2 mouse
2 video color LCD
unità di lettura per supporti magnetici, ottici e carta magnetica
stampante colore formato A4
telecomando.

Il sistema Software gestisce le seguenti principali fasi e funzioni:
avvio del sistema
impostazione/modifica dei principali parametri di estrazione
inserimento e mescolamento automatico delle novanta sfere
2 video color LCD
estrazione automatica dei numeri vincenti.



Parametri di estrazione

Il software di gestione consente la variazione dei seguenti parametri
Velocità di premescolamento
Tempo minimo di premescolamento
Velocità di mescolamento nella fase di estrazione
Durata della permanenza della sfera estratta nel dispositivo di estrazione
Intervallo di tempo che intercorre tra l'estrazione di una sfera e l'altra

Home   PFT www.pronostudiofreeteam.it